“La Croce resta salda mentre il mondo gira, mentre tutto cambia”

Pubblicato giorno 10 aprile 2020 - Educazione e spiritualità, In home page

croce Ch P
Il signor Massimo Moreni, mio vicino di casa, ieri sera con uno squillo di tromba sulla soglia di casa sua ha annunciato l’inizio del giorno di Passione (come si suol fare per dare inizio alla Processione del Giovedì Santo).

In quel momento ero affacciato alla finestra del mio studio e ho visto la grande Croce illuminata stagliarsi sulle pendici del Monte Generoso. Mi è venuto alla mente un detto latino, che è il motto dei monaci Certosini e dice: “Stat Crux dum volvitur orbis”, cioè: “La Croce resta salda mentre il mondo gira, mentre tutto cambia”.

Quando tutto è avvolto nel silenzio di queste sere, un silenzio irreale, gravido di paura per questo virus, di sofferenza e anche di morte, una luce brilla su Mendrisio e sulla nostra regione, che fa ben sperare di poter sconfiggere o perlomeno governare, questa tragedia che ammorba il mondo intero: questa luce è Cristo crocifisso, Luce del mondo. Ed è quello poi che la liturgia di questo Venerdì Santo ci ha fatto ripetere nella preghiera come ogni anno, con le parole del poeta Venanzio Fortunato, nell’Inno “Vexilla Regis”: “O Crux, ave spes unica”, “Salve, o Croce unica speranza del mondo”.

croce M

Con l’aiuto del Signore usciremo da questo “impiccio” e il prossimo anno le nostre Processioni a Mendrisio saranno vissute nel modo giusto, perché attese con vivo desiderio di onorare Gesù e la sua Santissima Madre Addolorata.
Buon Venerdì Santo e buona Pasqua,
don Claudio

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)