Sant’Antonino: i bambini della Diocesi di Lugano in festa col vescovo

Pubblicato giorno 2 maggio 2019 - Educazione e spiritualità, In home page, in primo piano

1Maggio

È sempre festa quando ci sono tanti bambini provenienti da tutte le zone del Ticino, quest’anno erano oltre un centinaio a Sant’Antonino. Merito anche dell’Azione Cattolica Ticinese che ormai da decenni ha la capacità di proporre e organizzare per i bambini delle parrocchie ticinesi la festa del primo maggio. Così anche quest’anno tra teatri, atelier e stand tanti piccoli hanno giocato, riflettuto, fatto festa attorno ad un tema affascinante per i piccini ma anche per i grandi: “Vedere l’invisibile: dove è Dio?”.

Tra loro e con loro si sono impegnati anche quest’anno animatori parrocchiali, parroci, mamme e papà, catechisti che hanno accompagnato i piccoli. Una sfida molto partecipata che si rinnova ogni anno e che grazie ad una bella giornata di sole ha riunito un centinaio di ragazzi per vivere un’esperienza di condivisione, annuncio, messa in comune di valori. In pomeriggio è arrivato anche il vescovo di Lugano Valerio Lazzeri che si è intrattenuto con i piccoli.

Il teatro

La mattina  ha avuto al centro un teatro dove i bambini hanno fatto scoprire ai grandi come entrare in contatto con quel mondo dell’invisibile e dell’immaginazione che forse gli adulti hanno dimenticato. Alla base di tutto -come è stato messo in luce- c’è l’affidamento.

Cinque postazioni 

Al pomeriggio sono state cinque le postazioni proposte ai piccoli, in rappresentanza di altrettanti modi di intendere l’invisibile: la proposta di lavori creativi i cui mettere in gioco la propria fantasia, una staffetta ad ostacoli da compiersi a coppie, con un compagno bendato e l’altro che faceva da guida. L’apprendimento di una danza aiutati da adulti (l’idea del farsi guidare, della fiducia). Poi un atelier dove, condotti da un giovane attore, i bimbi hanno affrontato un viaggio immaginario. Tra le cinque postazioni vi era anche quella di Missio che ha introdotto i bambini alla conoscenza del Libano, che sarà il Paese della Campagna missionaria di ottobre.

Il vescovo Lazzeri

Il vescovo di Lugano è intervenuto con la sua paterna presenza, salutando i bambini ed offrendo una conclusione. In risposta ad alcune domande poste dai colleghi della nostra trasmissione Strada Regina in onda su RSILa1, che il 18.5 manderà in onda uno speciale dedicato ai piccoli con uno sguardo anche alla raccolta delle lettere pastorali di mons. Lazzeri, uscita a fumetti. In particolare mons. Valerio ha messo in luce la sintonia tra il tema “Vedere l’invisibile: dov’è Dio?” e “la capacità immaginative caratteristiche dei bambini, aiutandoli ad andare in profondità, a guardare alla loro interiorità”.

red/fotogallery di Antonio Schmidt (catt.ch)

Articolo dal portale cattolico svizzero Catt.ch

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)